IL MICROBIOTA INTESTINALE: Non tutti i batteri sono cattivi!!

Il mondo in cui viviamo è colonizzato da svariate specie batteriche che sono riuscite a sviluppare nel tempo le caratteristiche che meglio ne permettevano la sopravvivenza nell’ambiente in cui si trovavano; non è da stupirsi infatti della presenza di batteri anche in habitat con condizioni di temperatura, pressione o ossigenazione estrema.

Gli esseri umani, come anche gli altri animali, sono colonizzati da comunità batteriche (che chiameremo “MICROBIOTA” e che vengono erroneamente chiamate “Flora Batterica Intestinale) che possono portare beneficio all’ospite o essere direttamente responsabili dell’instaurarsi di patologie come il Morbo di Chron e la sindrome dell’intestino irritabile. E’ inoltre stato proposto che il microbiota intestinale sia implicato nella regolazione dell’appetito, nel bilancio energetico, nell’obesita, nel diabete, nelle funzioni immunitarie (allergie) e nelle alterazioni comportamentali. Il processo di colonizzazione dell’intestino inizia immediatamente dopo la nascita, e si evolve nel corso della vita in maniera diversa da individuo ad individuo a seconda dello stile di vita dell’individuo stesso, dell’alimentazione, dell’attività fisica e dell’utilizzo di antibiotici.

La presenza si un sano e bilanciato microbioma intestinale è di estrema importanza per l’uomo poiché permette anche la degradazione di molecole che il nostro intestino non sarebbe in grado di metabolizzare e quindi assorbire; l’essere umano dal canto suo provvede alla creazione di un habitat ricco di nutrienti dove i batteri possono crescere e proliferare.

Tra i fattori che maggiormente influenzano la composizione del microbiota vi è l’alimentazione e gli scienziati hanno iniziato ad indagare se determinati alimenti siano in grado di influenzare positivamente l’ospite aiutandolo, di conseguenza nelle cure di alcune patologie o prevenendole. E’ un campo relativamente nuovo ma dalle enormi prospettive; le ricerche aumentano di giorno in giorno e questo ci permetterà in futuro di porre rimedio a molte patologie per le quali al momento si può solo cercare di placare o al massimo silenziare i sintomi.

Serena Sernagiotto

Dott.ssa Serena Sernaggio, BIOLOGA NUTRIZIONISTA, Laureata in Biotecnologie per l'alimentazione all'Università degli Studi Padova. Esercita la professione nella zona di Treviso. Elaborazione di piani alimentari personalizzati, consulenze alimentari e formazione HACCP per aziende e privati. Mail: sernagiottoserena@gmail.com Cel: 3349524871

Lascia un commento

Chiudi il menu
×
×

Carrello